Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

Stephen King e il male dell'adolescenza

Manca poco e finalmente anche noi potremo gustarci il nuovissimo IT al cinema. Già, perché come al solito noi italiani siamo i figli della schifosa e nel bel paese il film di Andrés Muschietti, tratto dall'omonimo romanzo di Stephen King, arriverà in ritardo. Detto questo e incazzature a parte, manca davvero poco e siamo tutti qui, con la bava alla bocca e l'hype a mille visto il successo che il film ha e sta continuando ad ottenere, dopo aver stracciato qualunque record di incassi per quanto riguarda il genere horror.
Io, per prepararmi bene bene all'uscita di IT, mi sono andato a rileggere il romanzo. Che no, non ritengo un capolavoro, trovandolo affetto dai soliti difetti della narrativa kinghiana moltiplicati per cento, vista l'enorme mole di pagine da cui è caratterizzato. O forse non è semplicemente tra i miei preferiti, lo ricordavo meglio, la memoria inganna e i gusti cambiano. Bla bla bla. Opinioni personali - quindi opinabili - che non importano e di cui non…

Ultimi post

The Belko Experiment (di Greg McLean, 2016)

Dunkirk (di Christopher Nolan, 2017)

Twin Peaks: The Return - La mia interpretazione

Twin Peaks: The Return e la televisione che cambia.

George Romero Day: Wampyr (Martin), 1977

The Void (di Steven Kostanski e Jeremy Gillespie, 2017)

Parliamo di Tobe Hooper (R.I.P.)

The Devil's Candy (di Sean Byrne, 2015)

Death Note (di Adam Wingard, 2017)