Biografie Casuali: Jessica Biel


Il secondo appuntamento con Biografie Casuali è incentrato su un'altra grande bellezza, alla ribalta non solo per il recente fiorire della sua carriera cinematografica, ma anche per il suo recentissimo matrimonio: sto parlando di Jessica Biel

La carriera di Jessica inizia da giovanissima: americana al 100%, classe 1982, esordisce quattordicenne in tv nella serie Settimo Cielo e partecipa, un anno dopo, alla sua prima grande produzione cinematografica, L'oro di Ulisse, a fianco del premio oscar Peter Fonda.
Nel 2001 la Biel lascia finalmente Settimo Cielo. Da quel momento in poi si ritroverà impegnata in una lunga serie di film più o meno importanti, attraverso i quali si imporrà sul pubblico in qualità di attrice e sex symbol, senza però mai convincere pienamente per le proprie qualità artistiche. 
Nel 2003 recita nel remake di Marcus "non sono un regista, sono un prestanome" Nispel, Non aprite quella porta, nel ruolo che era stato diciannove anni prima di Marilyn Burns. Questo non prima di aver prestato il proprio volto a pubblicità e videoclip. 


Il 2004 è l'anno del film Blade: Trinity, terzo capitolo della saga del cacciatore di vampiri interpretato da Wesley Snipes, l'anno successivo quello di Stealth - Arma suprema mentre nel 2006 recita al fianco di Edward Norton in The Illusionist. Ma non finisce qui, perchè Jessica partecipa ad ogni film che le capiti a tiro in ruoli sia da protagonista che da semplice comparsa. Poche pellicole che facciano gridare al miracolo, alcune al di sotto della mediocrità, pochi ruoli in cui mettere in evidenza abilità recitative degne di nota. Perchè la Biel è sexy e cazzuta, e questo è quello che deve sembrare. Questo finchè nella sua vita (2012) non arriva un certo Pascal Laugier, regista francese che alla prima traversata atlantica la sceglie come protagonista del suo The Tall Man (I Bambini di Cold Rock, recensito qui). Non è un ruolo semplice: viene imbruttita e privata del sex appeal che la caratterizza. Viene costretta, nel personaggio, a violenza e dolore fino ad esserne svilita completamente. E' un trionfo, perchè l'attrice finalmente dimostra di possedere talento e bravura. Ma è solo una piccola parentesi prima di tornare alle grandi produzioni cinematografiche, il remake di Total Recall (Atto di forza) dello stesso anno, attualmente nei nostri cinema.


Capelli e occhi scuri, zigomi marcati e fisico mozzafiato per linea e forme, Jessica Biel è stata più volte eletta donna più sexy del mondo. Non si tratta solo di bellezza, però. Il talento c'è, svilito da film quasi mai all'altezza. Lo dimostrò al suo esordio ne L'oro di Ulisse, l'ha dimostrato recentemente. Forse si dovrebbe credere di più in lei. Nel frattempo però si è sposata. Il fortunato è un'altra star, della musica e del cinema: Justin Timberlake. Il matrimonio è avvenuto in gran segreto in Italia, in Puglia, a Savelletri (provincia di Brindisi).



Filmografia ragionata:

L'oro di Ulisse (Ulee's Gold), regia di Victor Nuñez (1997) 
Le regole dell'attrazione (The Rules of Attraction), regia di Roger Avary (2002) 
Non aprite quella porta (The Texas Chainsaw Massacre), regia di Marcus Nispel (2003) 
Cellular, regia di David R. Ellis (2004) 
Blade: Trinity, regia di David S. Goyer (2004) 
Stealth - Arma suprema (Stealth), regia di Rob Cohen (2005) 
London, regia di Hunter Richards (2005) 
Elizabethtown, regia di Cameron Crowe (2005) 
The Illusionist - L'illusionista (The Illusionist), regia di Neil Burger (2006) 
Home of the Brave - Eroi senza gloria (Home of the Brave), regia di Irwin Winkler (2006) 
Next, regia di Lee Tamahori (2007) 
Io vi dichiaro marito e... marito (I Now Pronounce You Chuck and Larry), regia di Dennis Dugan (2007) 
Un matrimonio all'inglese (Easy Virtue), regia di Stephan Elliott (2008) 
Powder Blue, regia di Timothy Linh Bui (2009) 
Appuntamento con l'amore (Valentine's Day), regia di Garry Marshall (2010) 
A-Team (The A-Team), regia di Joe Carnahan (2010) 
Capodanno a New York (New Year's Eve), regia di Garry Marshall (2011) 
Total Recall - Atto di forza (Total Recall), regia di Len Wiseman (2012) 


Commenti

  1. Solo per essere stata parte della famiglia Camden snobbo alla grande i suoi film, mi spiace.

    RispondiElimina
  2. Non posso darti torto. Però proprio per questo ti consiglio (se non l'hai fatto) di vedere The Tall Man: che il film ti piaccia oppure no, la sua interpretazione è ottima.

    RispondiElimina
  3. m very happy to see your article. Thanks so much and i am taking a look forward to contact you. Will you kindly drop me a mail?

    RispondiElimina
  4. who are you? sand me a
    e-mail,
    frank_romantico@hotmail
    .it

    RispondiElimina

Posta un commento

... e tu, cosa ne pensi?

Post più popolari