Il bello (e le belle) della musica


Ci sono cantanti che oltre ad essere piacevoli da ascoltare possiedono un appeal visivo indubbiamente di grande impatto. Il che non significa gnocche da paura che sublimano le loro capacità artistiche attraverso l'aspetto esteriore ma donne e artiste che attraverso la musica mettono in risalto una bellezza intrinseca. Per la serie: ci si può innamorare di una voce a tal punto da innamorarsi anche del corpo la emette.
Quasi sempre vale l'assioma: bella = stupida o bella = incapace. E' un luogo comune di cui difficilmente ci si libera, perchè quando vediamo un attore o un'attrice (la cosa vale tanto per le donne quanto per gli uomini, inutile fingere il contrario), una cantante o un cantante di bell'aspetto, tendiamo a confondere l'estetica con il talento o la bravura cadendo in una trappola da cui non si esce più. E' invece c'è chi oltre ad essere bello/a è pure bravo/a o che, magari, è bello/a proprio in base alla sua bravura.
Proprio per questo voglio parlare di quelle cantanti/musiciste per le quali la bellezza è solo un ulteriore accessorio o che attraverso la loro abilità, le emozioni e quella strana cosa chiamata "talento" sublimano loro stesse e si rivelano per quello che sono: stupende. 
Non voglio però stilare una classifica ma semplicemente parlare di alcune di loro, quelle che più piacciono a me e che attualmente calcano la scena.


(Cristina Scabbia)

Cominciamo da casa nostra, l'Italia. Si sa, nel nostro bel paese non sempre quel che è al di fuori dei canoni viene apprezzato e spesso e volentieri i veri talenti diventano di nicchia, vuoi per il genere che suonano o semplicemente perchè non rappresentano il gusto comune. Eppure i Lacuna Coil, band tra il ghotic e l'alternative, tra il rock e il metal, un po' di notizia l'hanno sempre fatta. Parte del merito va sicuramente alla front-girl del gruppo, Cristina Scabbia, bellissima dea oscura dalla voce suadente e violenta. Cristina è una vocalist in grado di affrontare dimaniche e tonalità con fascino incredibile per una voce femminile. E infatti quante sono le donne che cantano metal? Lei è uno di quei rari esempi di fascino, bellezza e bravura di cui sopra e per rendersene conto basta guardare una sua foto a caso e ascoltare una traccia a caso dell'ultimo disco dei Lacuna, Dark Adrenaline, uscito in questo 2012 sul punto di finire.

(Alicia Keys)

Cambiamo genere, cambiamo nazione e parliamo di una delle artiste pop/rnb più famose. Mettiamo da parte le varie Rihanna e Beyonce, parliamo di Alicia Keys. La bella newyorkese per un terzo italiana, un terzo irlandese e un terzo giamaicana, al di là dei vari featuring con il rapper di turno, è uscita meno di un mese fa con un disco nuovo nuovo (Girl on Fire) in cui conferma di aver raggiunto nuova maturità artistica. Un contralto che all'occorrenzam è in grado di diventare un mezzo soprano, polistrumentista e musicista, al di là di una bravura innegabile messa qualche volta al servizio del pop, Alicia è bella, sensuale ma dotata di un fascino genuino da ragazza della porta accanto. Ma ad avercela una della porta accanto come lei. Intanto tra un disco e l'altro, tra un film e l'altro, sta confermando quel che si disse al tempo del suo esordio (2001) e si sta meritando il titolo di reginetta del neo soul.

(Norah Jones)

Gli Stati Uniti però non sono solo la patria del soul o dell'rnb. Gli Stati Uniti sono anche la patria del jazz. E parlando di artiste belle, fascinose e brave, dobbiamo parlare anche di Norah Jones, che nell'Aprile di quest'anno è tornata sulle scene con un nuovo disco intitolato ...Little Broken Hearts. La Jones ha una voce sobria che le permette di passare dal pop al jazz senza apparire mai forzata. Tra l'altro la sua crescita artistica in questo 2012 ha subito un'impennata non da poco, tra la rinnovata collaborazione con la band dei Little Willies e l'evoluzione rock in compagnia di Danger Mouse. Ce n'è abbastanza per levarle quell'etichetta di cantante da spiaggia che, ammettiamolo, un po' si è meritata. Di lei ci si innamora per due motivi: per la sua voce e perchè è bellissima. Scegliete il vostro mentre l'ascoltate e guardate la sua foto.

(Florence Welch)

Torniamo un attimo in Europa e passiamo dall'Inghilterra, patria del fish & chips e dei Beatles ma anche della giovane Florence Welch, conosciuta per essere la cantante della indi band Florence + The Machine. Ecco, Florence non è esattamente bella ma è una ragazza di cui ci si potrebbe innamorare perdutamente. La sua voce passa dal sensuale al malinconico all'allegro con una tale disinvoltura da mettere i brividi. La sua energia è indescrivibile e il suo sguardo è capace di amaliare. I Florence + The Machine hanno pubblicato il loro ultimo disco nel 2011 ma la Welch ha collaborato con il dj/produttore britannico Calvin Harris (che da parte sua ha collaborato un po' con tutto il mondo della musica) in questo 2012 sfornando un pezzo al di fuori delle sue corde ma che acquista valore proprio per la sua presenza. Il risultato è stato Sweet Nothing.

(PJ Harvey)

Sempre in Inghilterra troviamo un'altra bellezza non convenzionale. Anzi, a dirla tutta lei bella non è ma PJ Harvey sprizza sensualità da ogni singolo poro del proprio magrissimo corpo. In grado di passare dal sexy e femminile al glam fino a toccare punte rock vestita da maschiaccio, l'unica cosa che mette tutti d'accordo è la sua voce e la musica che compone. Polistrumentista (tra le altre cose è un'eccellente sassofonista), poetassa, scultrice, compositrice e cantante alternative, è uscita nel 2011 con uno dei dischi più innovativi della scena indi britannica. Quindi anche se attualmente non cavalca molto le scene non poteva mancare in questo post e spero a voi non dispiaccia.

(Simone Simons)

Dall'Inghilterra all'Olanda il passo e breve e chi troviamo in Olanda? Gli Epica, una band symphonic metal di certo non conosciutissima dal grande pubblico. E chi è la cantante degli Epica? Una certa Simone Simons in grado di far impallidire cantanti ben più blasonate e conosciute. Ok, Simone è una bellezza nordica dai capelli rossi e dal timbro vocale lirico, corpo mozzafiato e voce perfetta. Ci si innamora di lei guardandola e la si ascolta incapace di proferir parola. Ha suonato il flauto (ehy, niente battute), cantato il jazz ed è arrivata al metal tinto di classicismo a soli 17 anni. Con il suo gruppo ha pubblicato un disco proprio quest'anno, dal titolo Requiem for the Indifferent. Ascoltatela (e guardatela) per credere.

Se dall'Olanda decidiamo di fare un salto in Romania troveremo una giovanissima esordiente di cui per ora abbiamo solo due brani: una cover e il primo singolo, uscito in questo 2012. Si tratta di Lucia, di cui ho già parlato ampliamente qui. Lei, meglio ripeterlo, è un angelo. La sua voce viene da un posto molto lontano e il suo viso lo conferma. Bella? Per me sì, di una bellezza non comune ma estremamente bella.

(Hayley Williams)

Piccolo accenno anche per la cantante emo Hayley Williams il cui ultimo disco risale al 2009, che ha militato nei Paramore ma che ha fatto parlare di se in questo 2012 grazie ad alcune collaborazioni con i mewithoutYou e con Chad Gilbert. Tatuata, alternativa e ribelle, la Williams ha vinto agli NME Awards il premio Hottest Female. E secondo me se lo merita tutto. Ah, volete sapere anche come canta? Ascoltate qui, allora.

Questo post a dire il vero potrebbe continuare all'infinito. Potrei parlare di Bjork e della sua sensualità nordica che la rende regina dei ghiacci (il suo ultimo disco è Biophilia, del 2011), o di Chrysta Bell (la recensione del suo esordio qui). Potrei nominare la sconosciuta Monika dalla Grecia, anche se il suo ultimo disco risale al 2010 (Exit) ma che grazie alla sua energia e alla sua bellezza ellenica non può essere taciuta. 
Si potrebbero fare tanti nomi, però mi fermo qui. Tanta da ascoltare e guardare ce n'è un bel po'.

(Monika)

Commenti

Posta un commento

... e tu, cosa ne pensi?

Post più popolari