Video poesia: Storia di un perdente recidivo (by Frank Romantico)

Primo tentativo di video-poesia. Dalla raccolta (scaricabile gratuitamente in formato pdf) Non so ne leggere, ne scrivere: Storia di un perdente recidivo. Perché Combinazione Casuale non è solo un blog di cinema o musica.


Le immagini di questo video sono tratte da opere cinematografiche o scelte liberamente dalla rete. Chi fosse il proprietario di tali immagini e non volesse vederle associate a questo video può tranquillamente contattarmi e chiederne la rimozione. 

La musica da me scelta è Il Mostro, proprietà del gruppo ambient italiano Ashram. Gli Asharm sono un trio napoletano (Sergio Panarella, Luigi Rubino e Edo Nortarloberti) dalle sonorità legare alla darkwave neoclassica. Autore di due dischi - il primo registrato con un'etichetta francese, il secondo con una portoghese - attualmente il gruppo è impegnato nella stesura del suo terzo album. Il brano qui presente è incluso nel loro secondo lavoro, Shining Silver Skies (2006).

Qui di seguito invece il testo della poesia:

Questa volta faremo a gara

a chi riesce a odiare di più.

La sedia è contro il muro,

il coltello sul tavolo,
la padella sopra il fuoco.
Tu non ci sei,
non mi aiuti mai,
non mi abbracci neppure
e la bellezza è volata via
dal secondo piano,
schiantandosi sul suolo.



Tu sogni la punta dei campanili

mentre lontano rintoccano

le ore del mai più:
mai più il profumo del caffè
e tu che canti nuda
legandoti i capelli.
Mai più le tue gambe,
perversa chiesa
di ogni mio rimorso.
Mai più i cuscini in faccia,
i mi arrendo e te che ridi,
mordendoti le labbra.



E poi, nel buio, sbatte una finestra:

il suono di questi vetri infranti

diventerà la suoneria di questa notte
come tutte le altre notti
in cui abbiamo fatto a gara.
e io ho perso.


Questa e altre poesie sono disponibili sulla raccolta Xibalba, in formato eBook su Amazon.it

Commenti

  1. Tutto molto bello, davvero. Peccto la mancanza di una voce.
    Forse sarà voluto, ma avrebbe potuto dargli una completezza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credimi, se avessi letto io, avrei rovinato tutto irrimediabilmente :D

      Elimina
    2. Dovevi fartelo leggere, infatti. ;)

      Elimina
    3. Non avevo nessuno che potesse farlo. Poi, a dire il vero, molto spesso preferisco fare le cose da me, mi piace avere il controllo su tutto quello che faccio. Alcune "collaborazioni" invece le trovi sul blog, ad esempio quella con Thyna K.

      Elimina
    4. Vista a suo tempo. Io ho già fatto reading per altri.
      la prossima, valuta... ;)

      Elimina

Posta un commento

... e tu, cosa ne pensi?

Post più popolari