Luoghi abbandonati, luoghi fantasma - Posti che esistono ma non esistono più

Six Flags New Orleans, New Orleans, Louisiana (foto di Chris Luckhardt)
 
In passato ho parlato di fantasmi, case infestate, presenze soprannaturali. Ma che cos'è in realtà un fantasma se non il ricordo di qualcosa che c'era e ora non c'è più? Resti di una vita passata, di cui rimangono solo le macerie. Bene, quindi un fantasma, metaforicamente parlando, può essere qualunque cosa e non necessariamente un elemento paranormale. Ad esempio ci sono i paesi e i luoghi fantasma. Di cosa si tratta? Semplicemente di posti abbandonati e lasciati a loro stessi che, nel corso degli anni, perdono vita e acquisiscono fascino. Palazzi, case, condomini, luna-park, ospedali. Ma anche cimiteri, scuole, fabbriche, villaggi, paesi, città. Effettivamente può trattarsi di qualsiasi cosa. E non importa se quei luoghi sono infestati, non si tratta di questo, non si tratta di spiriti, demoni e anime di defunti. Si tratta dell'abbandono e di un posto che muta, di cui rimane soltanto un'eco, vestigia di un tempo passato. E il bello è proprio che questa eco assume un fascino amplificato, il fascino del mistero, luoghi che assomigliano ad un punto di domanda. Perché sono stati abbandonati? Chi ci viveva prima? Ci vive qualcuno o qualcosa adesso?

Di luoghi fantasma ce ne sono un'infinità. Non ditemi che dalle vostre parti non c'è almeno una cascina, una villa, un palazzo, un appartamento abbandonato. Non ditemi che manca almeno un ospedale in disuso. Non ci crederò mai. I luoghi abbandonati sono ovunque perché, al giorno d'oggi, il ritmo della quotidianità è talmente aumentato che qualcosa la perdiamo per strada. Tutto nasce e muore molto più velocemente di quanto facesse prima. Ma in quei luoghi qualcuno è vissuto, ci ha lavorato, ha pianto o si è divertito. Per questo non è definibile come luogo fantasma un luogo la cui costruzione è stata interrotta o abbandonata. Quelli sono aborti o gravidanze interrotte, non cadaveri lasciati in bella vista, sotto lo sguardo attonito e curioso di chi ci passa accanto.

Ora, ce ne sono davvero di affascinanti e incredibili. In Italia, in Europa, in America, in Asia. Ovunque. Ce ne sono di belli, meno belli e stupendi. Ce ne sono di brutti. Ce ne sono di inquietanti. Ci sono interi paesi in cui non vive più nessuno. Ora, questa è una selezione fatta da me e divisa in due parti: paesi e luoghi. Vediamola insieme:

PAESI

Zhongzheng District (Keelung - Taiwan) - Quartiere fantasma dell'mportante città di Keelung, in Taiwan.


Oradour-sur-Glane (Francia) - Il borgo antico di questa città venne distrutto il 10 giugno 1944. Questo è quello che ne rimane.


Craco (Matera - Italia) - Centro storico lucano che fu evacuato durante gli anni '70. Al giorno d'oggi viene utilizzato come set cinematografico.


Fabbriche di Careggine (Lucca - Italia) - Villaggio abbandonato nella provincia di Lucca.


Pegrema (Russia) - Villaggio abbandonato nel Distretto Medvezhyegorsky della Republica di Karelia.


Döllersheim (Austria) - Villaggio fatto evacuare da Hitler durante la Seconda Guerra Mondiale. Divenne luogo di esercitazione per l'esercito tedesco.


Pryp'jat' (Ucraina) - Città fantasma ucraina fatta evacuare in seguito al disastro di Černobyl'.


Hashima (Giappone) - Città/isola mineraria un tempo tra le più popolate, usata anche come città-carcere su cui i detenuti spalavano carbone.


LUOGHI

El Hotel del Salto (Colombia) - Hotel abbandonato dagli anni '90 ad oggi, si dice sia popolato dalle anime di chi vi aveva dimorato. Era considerato uno degli alberghi più affascinanti perché a strapiombo sul mare, ma quando questa attrattiva non fu più così attraente, fu abbandonato.


Case abbandonate sul mare (Florida) - Famose case dalla particolare forma a cupola nel Sud-Est della Florida.


Rifugio sul lago (Germania) - Una vera e propria baracca abbandonata in Germania


Chateau Miranda (Celles - Belgio)


Domino Sugar Factory (Brooklyn - USA) - Fabbrica abbandonata nel cuore di New York.


Ospedale militare di Beelitz (Germania) - Ospedale militare tedesco durante la Prima Guerra Mondiale, occupato dai Sovietici nel 1945, Poi centro di ricerca e riabilitativo per il Parkinson e in fine abbandonato nel 2000.



Il Vallone dei Mulini (Sorrento - Italia)


Le foto sono state prese da internet tramite Google Immagini. I diritti restano di chi li possiede. Se gli autori o i proprietari delle immagini desiderano che vangano tolte, possono contattarmi e verranno immediatamente accontentati.

Commenti

  1. beh ti dirò, un bellissimo posto accompagnato da bellissime fotografie...mi hai messo una certa angoscia addosso....:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sapessi quante ne ho dovute scartare... comunque mi fa piacere che vengano apprezzati questi post non cinematografici

      Elimina

Posta un commento

... e tu, cosa ne pensi?

Post più popolari